L’isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all’Elba

Il bicentenario della morte di Napoleone viene ricordato all’Isola d’Elba con un intenso programma di iniziative

L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba  Image of L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba
Rievocazione storica dello sbarco di Napoleone all’Isola d’Elba in occasione del bicentenario dell’esilio (foto Roberto Ridi)

Dopo un anno che l’ha vista in cima alle classifiche del turismo come meta top preferita dai viaggiatori italiani, l’Isola d’Elba è pronta ad affrontare un 2021 nel segno di Napoleone Bonaparte.

Per il bicentenario della morte di Napoleone, l’Isola d’Elba ha in programma un bel calendario di appuntamenti per ricordare i suoi dieci mesi di esilio nell’isola.

L’Isola d’Elba ricorda nel 2021 la morte di Napoleone

Durante tutto l’anno, l’Elba propone incontri, visite, concerti, degustazioni, itinerari alla scoperta delle tracce dell’Imperatore che permetteranno di immergersi nella sua storia e rivivere le atmosfere del tempo in cui visse.

L’isola dalle 200 spiagge, amatissima dai turisti che la scelgono come meta selvaggia, incontaminata e vicina, offre quest’anno qualcosa in più per permettere di vivere un’esperienza ancora più completa.

Una vacanza esperienziale nell’Arcipelago Toscano

La vacanza “napoleonica” all’Elba sarà di tipo esperienziale, ricca di storia e cultura, nell’ottica dell’edutainment, con appuntamenti diffusi su tutta l’isola e rivolti ad adulti, ragazzi e bambini.

In occasione dell’anniversario, sono state create sinergie con associazioni europee come la Federazione Europea delle Città Napoleoniche (http://www.napoleoncities.eu) e Route Napoleon (https://route-napoleon.com/).

Grazie alla collaborazione di tutti i comuni dell’Isola è stato messo a punto un programma che permette di valorizzare il grande patrimonio dell’Elba, che offre ancora tanto da scoprire.

Il calendario delle iniziative è costantemente aggiornato sul sito http://www.visitelba.info, ecco intanto un cenno ai tour in programma.

Le dimore dell’Imperatore

L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba  Image of L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba
Interni della Palazzina dei Mulini, residenza di Napoleone a Portoferraio (foto Roberto Ridi)

I luoghi dell’Elba dove Napoleone Bonaparte soggiornò sono ancora oggi visitabili: dalla prima dimora, la Palazzina dei Mulini, fino alla residenza estiva nell’entroterra, Villa San Martino, che avrebbe dovuto condividere con la seconda moglie Maria Luisa, che però non lo raggiunse mai.

L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba  Image of L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba
Fregio raffigurante l’aquila imperiale collocato a Villa San Martino, residenza estiva di Napoleone (foto Roberto Ridi)

Pochi sanno che Bonaparte fece allestire delle stanze anche tra le mura di Forte San Giacomo a Porto Azzurro mentre a Rio, accanto a quella che oggi è la sede del Museo del Parco Minerario, sorge un’altra villa che fu palazzo governativo e alloggio saltuario di Napoleone.

Una visita alla spiaggia della fuga

Da non perdere una visita alla spiaggia delle Viste, da cui Napoleone fuggì il 26 febbraio 1815, così come altri luoghi elbani ricchi di suggestioni e leggende.

Un luogo tra tutti da visitare e “instagrammare” è poi lo scoglio della Paolina, dove si narra che la sorella dell’Imperatore amasse bagnarsi in totale libertà, lontano da occhi indiscreti.

L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba  Image of L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba
Lo scoglio della Paolina, vicino a Marciana, dove (narra la leggenda) la sorella di Napoleone, Paolina, amava rifugiarsi (foto Roberto Ridi)

Il passaporto napoleonico

Affascinati dalla figura dell’Imperatore? Veri esperti? Nella vostra collezione di cimeli non potrà mancare il “passaporto napoleonico”, a disposizione di tutti i viaggiatori che faranno tappa all’Elba sulle orme del condottiero corso.

Nel “passaporto” saranno inserite le dieci tappe napoleoniche per eccellenza: dopo ogni visita si potrà chiedere agli incaricati di ricevere il timbro che attesti il percorso.

Al termine delle visite, una sorpresa per tutti nei punti informativi Visit Elba (http://www.visitelba.info).

L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba  Image of L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba
Camera da letto dell’Imperatore alla Palazzina dei Mulini, Portoferraio (foto Roberto Ridi)

Trekking e bike sulle tracce di Napoleone

Pur soggiornando per pochi mesi, Napoleone lasciò tracce indelebili che segnarono la storia dell’Elba.

Oggi è possibile ripercorrerle con una vasta scelta di trekking, che oltre a soddisfare la curiosità storica offre spunti sulla straordinaria varietà naturalistica dell’isola.

Gli appassionati delle due ruote sanno che l’Elba è considerata il paradiso della bike per la grande varietà di percorsi e panorami, oltre che per il clima mite, tanto da essere stata designata come sede dei mondiali UCI MTB Marathon che si terranno a ottobre 2021.

Per questo, non mancano i tragitti da affrontare in bike ed e-bike, attraverso il Bosco di San Martino o lungo le pendici del Monte Capanne, per soddisfare i più curiosi, e anche i più avventurosi.

Tutti i percorsi sono esplorabili su https://elbasmartexploring.com/.

I gusti di Napoleone

A partire dalle straordinarie ricerche dello chef Alvaro Claudi, raccolte nel libro “A tavola con l’Imperatore”, è facile scoprire come l’Imperatore avesse un occhio di attenzione alla qualità.

Napoleone, per esempio, creò la prima DOC elbana (e una delle prime in assoluto), riconoscendo il valore del vino Aleatico con il Privilegio dell’Imperatore, un documento che può essere considerato una sorta di DOC ante-litteram.

Oggi le atmosfere dell’epoca imperiale rivivono nelle due proposte della cioccolataia campione del mondo Francesca Paola Bertani, che per il Bicentenario propone due novità.

La prima novità è “Il marengo di Napoleone”, che prende il nome dalla moneta d’oro da venti franchi fatta coniare da Napoleone dopo la vittoria di Marengo.

La seconda è “Il bacio di Walewska”, ispirato all’amore che la contessa polacca dimostrò per Napoleone, raggiungendolo anche sull’Isola.

Acqua e profumi napoleonici

L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba  Image of L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba

Da provare, soggiornando all’Elba, anche l’acqua oligominerale di Poggio (Marciana), la “Fonte Napoleone”, che sgorga dalla fonte frequentata dall’Imperatore durante le sue camminate nell’isola.

Per gli appassionati di profumi, poi, ecco Napoleone e Paolina, le due limited edition di Acqua dell’Elba create per il bicentenario dell’arrivo di Napoleone Bonaparte sull’Isola nel 2014 e riproposte eccezionalmente quest’anno.

L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba  Image of L'isola di Napoleone: con la bella stagione, tutti all'Elba

Musica, incontri, rievocazioni napoleoniche

Per tutto il 2021 non mancheranno appuntamenti per celebrare la figura del grande corso, declinati in tutte le arti.

In calendario, spiccano i concerti proposti dal Festival Elba Isola Musicale d’Europa (26 agosto – 12 settembre) che pongono l’attenzione sulla passione di Napoleone per Haydn, di cui saranno riproposti i più bei quartelli d’archi.

C’è poi la settimana napoleonica di Procchio (dal 22 al 29 agosto), con il corteo storico, la ricostruzione di un accampamento militare francese ottocentesco, la cena di gala in costume e menu ottocentesco.

In programma anche la Festa dell’Uva (1° ottobre), tradizionale festa di Capoliveri quest’anno tutta dedicata all’Imperatore.

Ma non mancano altre iniziative in tutta l’Isola con mostre, spettacoli, percorsi animati e presentazioni di libri proposti nei Comuni di Marciana e Marciana Marina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.